motivazione e stato mentale - roixter

Il venditore e il valore della motivazione

Indice dei contenuti

Ti è mai capitato di rispondere alla chiamata di un venditore e rimanere di stucco di fronte alla sua carica energica? Il modo di esprimersi, l’efficacia della sua pronuncia, la perfetta scansione delle lettere e  il controllo della tonalità: un vero portento. Al di là dell’esito della telefonata una cosa è certa: quella persona il proprio mestiere lo sa fare, ed è spinto sicuramente da una forte motivazione. Ed è proprio la motivazione il valore aggiunto di un mestiere come questo. Il venditore di qualità, ma anche un classico operatore telefonico dalle spiccate doti, fa valere la sua intensità e controlla la chiamata.

La motivazione: il valore dei valori

Il termine motivazione è utilizzato per definire l’attività che ti spinge a compiere un gesto o un comportamento mirato. Si affida al bisogno, alla necessità, alle ragioni e ai desideri, e si carica di tutta quell’energia necessaria per cominciare ad operare dritti verso l’obiettivo. La motivazione orienta il tuo comportamento, scaturito da degli stimoli interni ed esterni. Insomma, spesso si trova dentro sé stessi, ma altrettanto volte nasce da un impulso indotto. In un mestiere come quello dell’operatore telefonico, oltre ad una buona dose motivazionale personale, è il team leader la figura centrale addetta alla generazione degli stimoli. Lo fa attraverso una serie di tecniche e di strategie volte a far sgorgare da ognuno degli operatori la propria motivazione. Un lavoro di energia, ma anche di tatto. Infatti un buon tema leader è in grado di approcciare in maniera differente con ognuno dei venditori, stabilendo un legame personale e personalizzato.

Energia e stato mentale

La motivazione, quella sana, raccoglie le energie e le incanala verso uno stato mentale più fertile possibile. Solo lì comincerai ad essere sicuro di te stesso, forte e motivato. E solo attraverso il raggiungimento dello stato mentale giusto comincerai a vendere. Allo stesso modo diventerai leggero, libero come sei dalle ansie del passato e del futuro. Esiste il presente, esiste il tuo ruolo e l’energia attorno a te che ti spinge a lavorare sodo.

Ovviamente l’energia e lo stato mentale possono essere influenzate da fattori fisici e personali. I fattori fisici sono difficilmente aggirabili perché poggiano su una condizione che volente o nolente risulta impossibile da non sentire: se pensi al posto di lavoro comprenderai facilmente come un ambiente insalubre possa influenzare negativamente una prestazione. Ora con l’avvento del cloud e del lavoro a distanza tutto ciò può affievolirsi, per fortuna. Il mal di testa no, per quello serve l’ibuprofene!

I fattori personali possono essere elusi con il controllo del proprio stato mentale. Essendo una variabile delicata, far leva sulla motivazione diventa una mossa decisiva per distogliere il pensiero dalle cose che durante il lavoro potrebbero influenzarti negativamente. Controllo, si, ma anche allenamento alla concentrazione: questi due fattori sono indispensabili per evitare l’influsso dei fattori fisici e personali.

Motivato e senza peso

Un buon venditore è quello in grado di trovare continuamente nuove motivazioni. Con o senza l’ausilio di un team leader (perché non sempre c’è!). È capace di applicarsi, di mettere in pratica le tecniche di vendita acquisite e di controllare la chiamata con naturalezza e senza pesI. Tu cosa vuoi essere? un venditore dinamico? creativo? certo che si. Fai leva sulla tua motivazione per planare leggero sulle dinamiche del tuo lavoro, non lasciandoti fregare dall’ansia e da quel senso di inadeguatezza che in certi casi frena tutti, anche l’operatore più esperto e scaltro, sappilo. L’importante è rialzarsi, e piano, guidati dal desiderio, riprendere a correre.

 

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

richiedi una demo gratuita

In pochi minuti ti metteremo a disposizione una versione completa.