smart working

Smart Working: lavora agile e rilancia il tuo business

Indice dei contenuti

Anche a causa dell’avvento del Coronavirus, in Italia si sente sempre di più parlare di smart working. Vediamo di cosa si tratta, come viene organizzato e perché è utilissimo per la tua azienda non solo per gestire questa fase di emergenza.

Cos’è lo smart Working

Con la legge 81/2017 è stato introdotto il quadro normativo di riferimento sullo smart working, il cosiddetto Lavoro Agile. Esso viene definito: “l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato”. Si tratta di una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato la cui caratteristica principale è quella di non prevedere orari predefiniti o vincoli spaziali. Il lavoro è organizzato mediante un accordo tra dipendente e datore di lavoro. In questo modo è possibile conciliare i ritmi lavorativi e privati, favorendo la produttività del lavoratore, il quale può gestire con maggiore autonomia la propria attività professionale.

Il fenomeno è in crescita anche nel nostro Paese. Infatti secondo i dati dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano i progetti strutturati di lavoro agile sono passati dall’8% al 12%, mentre quelli informali dal 16% al 18%. Tuttavia restano ancora molte le aziende che non conoscono o non intendono prendere in considerazione questa forma contrattuale di esecuzione del lavoro, infatti ben il 51% delle imprese si è dichiarata non interessata. Nella precedente rilevazione questo dato si attestava al 38%.

Per quanto concerne la Pubblica Amministrazione, i progetti strutturati di lavoro agile hanno raggiunto quota 16%, il doppio rispetto ai dati del 2018 quando accedeva a questa tipologia di contratto solo l’8% dei lavoratori.

Strumenti necessari per lavorare da remoto

A livello organizzativo, per poter svolgere un lavoro da remoto, è necessario dotare il lavoratore di un PC portatile e di un VPN ossia di una connessione Virtual Private Network. Un VPN è una sorta di protezione che permette uno scambio di dati sicuro tra il PC del lavoratore e gli eventuali server dell’azienda.

Inoltre un valido antivirus proteggerà maggiormente l’azienda da possibili intrusioni esterne. Sistemi avanzati di autenticazione consentono una protezione totale dei dati, al pari dei lavoratori presenti fisicamente in azienda. In alcuni casi al lavoratore viene concesso in dotazione anche uno smartphone o un tablet aziendali.

Perché è importante per il tuo business

Adottare un modello di lavoro agile è un’opportunità sia per il lavoratore che per l’azienda. Infatti dai dati dell’Osservatorio Smart Working, concedendo forme di flessibilità rispetto ai lavori tradizionali, la percentuale di soddisfazione degli smart worker è del 76%, molto superiore ai dipendenti che svolgono attività di lavoro tradizionali (55%).

Per quanto riguarda l’azienda, questa tipologia di lavoro consente di ridurre fino al 30% i costi di affitto e utenze. Inoltre, sempre utilizzando le più recenti rilevazioni dell’Osservatorio Smart Working, adottando in maniera compiuta un modello di lavoro smart, ogni lavoratore può produrre un incremento di produttività pari a circa il 15%.

Un ultimo aspetto non meno importante, anche l’ambiente beneficia della riduzione degli spostamenti che il lavoratore non deve compiere per recarsi sul posto di lavoro. Alcune stime affermano che si possono risparmiare in media 40 ore all’anno di spostamenti, pari a una riduzione di emissioni pari a 135 kg di CO2 annui.

Tutte le aziende possono adottare un modello di Smart working?

Sono tante le aziende che, in questa fase di emergenza, hanno chiesto ai propri dipendenti di limitare le trasferte di lavoro e di lavorare da remoto. Soprattutto quelle che operano nei settori informatici, bancari, energetici e le compagnie telefoniche.

Tuttavia è opportuno fare subito una precisazione: parlare di smart working e di lavoro da remoto non vuol dire svolgere un’attività di telelavoro, significa favorire nuovi modelli di lavoro più efficaci ed efficienti. Per questo motivo occorre:

  • creare organizzazioni flessibili,
  • avere una predisposizione alla delega,
  • responsabilizzare i lavoratori,
  • dare priorità ai risultati,
  • predisporre sistemi di controllo e di verifica.

Bisogna aver definito delle policy organizzative, ovvero un insieme di regole e di linee guida che stabiliscano l’inizio, la fine e la durata complessiva dell’orario di lavoro, identificando anche il luogo di lavoro più opportuno e fornendo al lavoratore i necessari strumenti per eseguirlo.

Si tratta dunque di un sapiente uso dell’innovazione digitale che renda virtuale lo spazio di lavoro facilitando la comunicazione, la collaborazione e la creazione di network di relazioni professionali tra colleghi. In tutto questo la tecnologia gioca un ruolo chiave. Dotarsi di un software CRM consente infatti di:

  • connettere i lavoratori,
  • coinvolgere persone e gruppi di lavoro,
  • condividere dati e informazioni,
  • analizzare report statistici,
  • verificare i volumi di lavoro,
  • supportare nuove forme di esecuzione del lavoro.

Ma soprattutto consente di avere il pieno controllo in tempo reale di ogni aspetto dell’attività lavorativa.

Customer Lifetime ValueVuoi digitalizzare la tua azienda? Affidati ad un CRM personalizzabile come Argia di Roixter!

Richiedi maggiori informazioni su Argia CRM di Roixter e scopri tutte le funzionalità pensate per la tua azienda

Contattaci adesso!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

richiedi una demo gratuita

In pochi minuti ti metteremo a disposizione una versione completa.